Crea sito

La notte m' avvolge come un dolce amante..E cullandomi tra le sue braccia mi porta con sè..

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS

8 Responses to “La notte m' avvolge come un dolce amante..E cullandomi tra le sue braccia mi porta con sè..”

  1. Eroma73 ha detto:

    Bellissima, la mia anima ha tremato alla lettura dei tuoi versi complimenti 🙂

  2. sophia75 ha detto:

    Ti lascio un pensiero:Ne scrivo ancora una…

    “Spesso la vita è” di H.Hesse

    Spesso la vita è soltanto luce
    che sfavilla nei colori della gioia
    e ride e non chiede di coloro
    che soffrirono, che perirono.

    Il mio cuore però sta sempre dalla parte di coloro
    che nascondono il dolore
    e si ritirano alla sera nella camera
    per piangere di struggimento.

    So che tanti stanno errando
    angosciati e sofferenti,
    tutte le loro anime chiamo sorelle
    e dò loro il benvenuto.

    So che piangono di sera
    chinati su mani bagnate,
    vedono soltanto pareti oscure
    e non lo splendore di luci.

    Portano però di nascosto,
    persi ed inconsapevoli,
    la dolce luce dell’Amore

    … dolce notte a chi forse inconsapevole…

    Sofia.

  3. sweetcristal ha detto:

    Dolcissima Sofia…Lascio un pensiero anch’io accanto al tuo…

    PERCHE’ TACCIA IL RUMOR DI MIA CATENA (UGO fOSCOLO)

    Perchè taccia il rumor di mia catena
    di lagrime, di speme, e di amor vivo,
    e di silenzio; ché pietà mi affrena
    se con lei parlo, o di lei penso e scrivo.

    Tu sol mi ascolti, o solitario rivo,
    ove ogni notte amor seco mi mena,
    qui affido il pianto e i miei danni descrivo,
    qui tutta verso del dolor la piena.

    E narro come i grandi occhi ridenti
    arsero d’immortal raggio il mio core,
    come la rosea bocca, e i rilucenti

    odorati capelli, ed il candore
    delle divine membra, e i cari accenti
    m’insegnarono alfin pianger d’amore.

    ….Dolce notte a chi consapevole sa di soffrire e continua ad amare….

  4. anonimo ha detto:

    ” Questa Bellezza, da sé, con sé, per sé, nella pura oggetività sua, è un unico aspetto per l’eternità. Invece le altre cose belle, tutte di quella sola Bellezza per misterioso modo hanno partecipazione. Ma le cose belle (che riguardano il mondo sensibile) nascono e periscono:Bellezza nulla soffre; per nulla più grande o più piccola diventa…
    il giusto metodo insomma di procedere a iniziazione amorosa, sia per proprio conto, sia facendosi da altri condurre,¨è appunto questo. Prender, si, inizio da queste cose qui in terra belle, ma avere in ogni istante, per suprema ultima mètà, quella Bellezza assoluta e salire sù.
    E il bello nella sua pura oggettività; quel bello che esiste nell’ Essere.”
    Raphael.
    Ti bacio.
    Fra

  5. anonimo ha detto:

    NEL SOLCO DEL DOLORE SCORRE LA GIOIA

    La vostra vita non è
    che il vostro dolore
    senza maschera.
    E il medesimo pozzo
    da cui sgorga il vostro riso
    più volte si è riempito
    delle vostre lacrime.
    Come può essere se non così?
    Più profondamente scava
    il dolore nel vostro essere,
    e più è la gioia
    che potete contenere.
    (GIBRAN)

  6. anonimo ha detto:

    ” Ecco; l’uomo è giunto al termine: conosce il Bello”; e per l’antica Grecia conoscere è essere; non solo, ma l’ascesi platonica del Bello non rimanda a un’ aspirazione inappagata e inappagabile, ha un termine: l’amante deve unirsi con l’ Amato, come il bello deve unirsi con il Bello perchè quello non è che un simulacro di questo.
    Raphael.

  7. anonimo ha detto:

    La pretesa di essere amati
    è la più grande delle presunzioni.
    (Friedrich Nietzsche)

  8. sweetcristal ha detto:

    Per tutti, anche per i più fortunati, l’amore comincia necessariamente con una sconfitta..
    (HERMANN HESSE)

    @ ANONIMO

    Bellissime parole, molto piaciute!!
    Un saluto,
    Criss