Crea sito

“Solo profumo è il domani”

Lasciando scorrer ogni verde veleno di onde e mare fan precipitare la corrente nella quiete i fiumi contrari bussati dai pensieri sul divenire. Risacca che fugge cavalcando obliati ritorni son ora riflessi sul fondo della mano sfiorata dall’acqua. Domani, solo il soffio del nulla canterà riempiendo così lieve presente d’azzurro vestito.   Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

“Sul futuro incerto”

Oh dolci labbra, adagiate sul grano dorato per vestir colore vi vedo ancor prima  che l’umida notte d’ estate giunga a smuover di brividi fasciati nel velo traslucido d’ombre.   Oh dolci labbra, delle parole a venire non celebrate profumi raccogliendo il chicco cresciuto nella fretta, stringete il verde del vagar incerto nell’indefinito morso, portato […]

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

"Sabbia e polvere"

È, sentirsi sabbia.   Sottile, nelle miserie sminuzzate da una luce legata all’occhio.   È, sentirsi polvere.   Smagliata dalle braccia nei fianchi del vento che tumula il viso sostando nel terreno in attesa del buio come la goccia scivolata dal mantello nella nebbia.   È, sentire di non essere.   Il morso cannibale  dell’attimo […]

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

"Senza rispetto"

Insaziabile del rispetto spogliami e d’orgasmo ferisci il demone e l’angelo legato al giogo della bocca che semina il ventre d’irrequieta fame.   Cingi le mie carni di  bianche spume nate in alto mare. Strappami alla nuda terra eclissandomi agli occhi d’una perduta spiaggia tra il rosso e l’indaco del peccato   … ora divorami! […]

Tags: ,

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Istinto di pelle

Mani divoran orli di pelle mi desta or lento l’essere incatenato ai polsi con profumi di voglia appena slegata alle labbra.   Or navighiamo in balia delle onde su linee dipinte dentro tatuaggi di gemiti  e respiri di lussuriose vele.   Un solo tremore rinforza il genuino adagio appagando suono nella tempesta accesa.   Voglio annegar vivendo d’ […]

Tags: ,

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

“Unico Pensiero”

Ora che s’è compiuta la notte con miseri morsi di brividi e vento. Appoggio alle stanche ciglia l’Unico Pensiero restando appesa alla superficie di un muto cielo. Senza pietà è precipitato  l’esile drappo di tregua che ha vestito questa novella alba ripiegando tra le dita il respiro rimasto cauto. Ora sboccia nel giaciglio il profumo […]

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

“al di là delle parole”

La stasi diventa spietata falce stretta alla mano raminga delle ore.   S’affretta l’afa nell’inchiostro inciso su e giù spingendo il costato.   Il pendolo è un vecchio che sul far della sera calcola le pieghe del giorno trascorso con  rumor d’ossa.   Implora tregua la mente  all’oscurità fuggita dagli occhi quando il canto del gallo […]

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

“… e se fosse”

Pazzia fermi la penna che scorre come mille vite appese.   Non una. Non due. Nessuna.   Eppure è spinta la mano da labbra smosse dal grido impaziente di stringere voce.   Tremo. Temo pazzia in verità che scorre con mille parole e mai conoscerà fine.   Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Oggi spine sei… poesia

Preziosa madre la spina conficcata nel polso.   Mai svelasti allontanandoti.   La paura di un sorriso appeso al nastro che l’età rubò ai lunghi capelli.   Oggi.   Di canti vesti veli di farfalle e dei nidi fai tremule tane per scalzi fogli perduti inseguendo un pensiero   … vago.   Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

" Senza riposo "

Non rimango a lungo nello stesso spazio giacché ogni luogo è sottomesso al tempo mutevole per diritto naturale.   Della vita come dei pensieri non faccio scorta né stringo ciò che le stagioni perdono.   D’ogni estate disegno lunghi voli di gabbiani e  snervanti corse di venti per domare l’onde.   Degli inverni ascolto il lento […]

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments
 Page 2 of 5 « 1  2  3  4  5 »