Crea sito

Percezioni

Sul cuscino grava pallido
un  chiaro di perla,
non è amarezza  né rifiuto:
quasi un onesto distacco
per cingere integra la notte
che in catene mi afferra
concedendo rinnovo
nella complicità dei silenzi.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Prime luci

È  senza fine quest’alba,
il grigio del cielo
si è capovolto negli occhi
come mare in bufera;
riverbero simile alla morte
sei  una menzogna
che offusca al giorno
il vero della notte fuggita.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Utopie

Luci accese, i miei occhi
nel luogo in cui fuochi
si chiudevano nel freddo.
Onde senza ordine,
gli anni stretti  nel pugno
di utopie disfatte
seguendo vani approdi.
Di ora in ora, al momento
a me vengono veloci
fili di pensieri sgranati
in sequela di assenze vere
tra le fronde degli sbagli;
ed è osceno ravvisare
che la veridicità delle cose,
ancora svuota le radici
e il ricordo di me donna.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Assenza

E’ ghirlanda schiava di miele
ogni carezza mancata;
stolta ragione che falcia l’alba
con mormorio negli occhi
di un bacio voluto sulle labbra
prossime alla fine.

Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Verità

C’è poco da dire;
è pensando alla vita
che ancora si contorce
nella mia mente
che lavo senza utilità
gli anni vissuti.
 
E se fosse pazzia?
 
Sarebbe un sollievo
poiché inventare
la felicità è umiliante
più della menzogna
che ad ogni alba
mi verso nell’animo.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Senza Colore

Negli occhi di lei
sorsi di pioggia;
 
petali scomposti
alla deriva
nel ricordo dell’oggi
appena trascorso.

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Scale per l’inferno

 

Soffocata ogni riflessione sensata
il cappio appeso al collo si mescola al lampo;
cade sopra una cartella anonima
sostituita a caso con quella degli schizzi
di una matita mozzata.
 
“È capitato, così.
Il sangue ha accettato un destino
casuale, e maledetto!”
 
Pesa la condanna senza appello;
il coraggio si consuma stretto alla branda
tra le maglie di quella coperta senza nome
 gravida di giorni,  e cifre consapevoli.

Vita infedele al vivere,
disposti sulla bilancia il macigno
e il pensiero del giorno filtrato
da sbarre ritagliate di paura,
 osserva ora, quanto
 
 lo sguardo di tutti è su tutti;
uno specchio scuro che di pietà riempie
le ultime angosce dei martiri
contati a ritroso dalla fede sconfitta.
 
Cristina Desogus

 

 

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Canta il muto e…

Si abbassa il cielo
a misura di follia e uomo
ed è distesa sconsacrata
che annusa l’odore
della fanghiglia mischiata
ad ogni rosa bianca
vergognosamente sigillata
dentro muri ovattati
scolpiti senza un colore
che sciolga i chiodi
di rabbia e fame di nuvole.
 
Si abbassa il cielo
a misura di un dio partorito
nel pensiero dell’ uomo
che corre dietro ai misfatti
degli anni urlanti;
restano oltre ogni tempesta
le mani congiunte
e le preghiere legate
alle spine di una corona
senza trono e regno
per liberare la questua
all’interno del proprio cesto;
 
ed è angelo farneticante
ogni tempo invocato
nel miracolo che vive misero
e divino come le foglie
che malate pregano il vento
di vivere appese al ramo
saziando dotti e barbari
avidi di sangue innocente.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Tratti di nero

Si è giunti oltre ogni credibile incubo;
attraversando tribù di morti
compiaciuti dall’odore
del conato stemperato nel  sangue,
 
si è cercato la linea dei falsi
e i giusti quanto volevano redimere
condannando un respiro dopo l’altro.
 
Girava l’anno passato,
un altro ancora dentro una foglia
e il suo bocciolo conosceva bene l’arte
di muovere i burattinai appesi al filo.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments

Zefiro

Non è per invidia
che fermo il tuo volo
dentro agli occhi; è
il pensarti
mentre indossi l’aria
per un giorno
che mi lascia soddisfatta
nell’ incerto
di un domani goduto
nella pienezza.
 
Cristina Desogus

Tags:

  • Digg
  • Del.icio.us
  • StumbleUpon
  • Reddit
  • Twitter
  • RSS
Read Comments
 Page 8 of 83  « First  ... « 6  7  8  9  10 » ...  Last »